29/5/20

Taco Tuesday, dalle origini fino a Lebron James

Ma quanto sono buoni i tacos messicani? Lo sono talmente tanto che gli americani ne hanno fatto una tradizione. E come dargli torto!

Per chi non la conoscesse già il Taco Tuesday è una tra le tante usanze culinarie sviluppate nel corso degli anni dagli States. Esiste da circa 30 anni e si é diffusa da Los Angeles, alle città sul mare della Southern California, fino ai piccoli centri del Tennessee. Consiste in offerte speciali sulle tipiche tortilla messicane, sia nei ristoranti e supermercati che nei food trucks, esclusivamente il martedì. L’usanza è molto radicata anche tra le mura domestiche, dove per molti la cena del secondo giorno della settimana è quella più attesa tra tutte.


Visita il nostro sito e scopri i pacchetti experience a tema Taco Tuesday!

Ma quali origini ha?

Come tutte le storie riguardanti la nascita di una tradizione, anche quella del Taco Tuesday è piena di misteri e di millantatori che dicono di aver usato il termine prima di chiunque altro, il solito. Ma non soffermiamoci su queste apparizioni e andiamo dritti al punto in cui la faccenda iniziò a scaldarsi a livello legale.

Nel 1989 una catena di Mexican Food degli Stati Uniti, la Taco John’s, operativa per lo più nel MidWest, in particolar modo in Wyoming, decise di tentare di registrare il marchio e ce la fece, affermando di aver ideato il format nei primi anni 80’, in Minnesota. 

Bene, la legge era dalla loro, ma l’opera di difesa del brand spettava alla compagnia stessa. Negli ultimi vent’anni, nonostante Taco John’s abbia spedito lettere a centinaia di piccoli e grandi ristoranti che utilizzavano “Taco Tuesday” per sponsorizzare le proprie attività, non riuscì ad arginare l’utilizzo improprio del marchio. 

I motivi sono semplici. Infatti, tentare di registrare un marchio derivante da parole o tradizioni di uso comune associandole alla propria azienda, anche se legittimo e usato per scopi precisi (Saturday Night Live ad esempio), richiede un’opera mostruosa di difesa dello stesso, cosa che Taco John’s non riuscì e tutt'ora non riesce ad effettuare, trovandosi da anni in costante battaglia.


Visita il nostro sito e scopri i pacchetti experience a tema Taco Tuesday!



Lebron James e il Taco Tuesday

Senza l’intervento di una star del basket del calibro di King James molto probabilmente il Taco Tuesday, e i casini legali precedentemente descritti, non sarebbe mai giunto fino in Italia e non sarebbe mai diventato un fenomeno di portata mondiale . 

Infatti, l’estate scorsa Lebron e famiglia cominciarono a pubblicare delle Instagram Stories ogni martedi sera per documentare le cene a base di tacos. L’evento diventò in giro di poco virale, un campione NBA che urla a squarciagola “Taco Tuesdaaaaay” non poteva non portare a ciò. 

Un momento davvero pazzesco fu quando ad ottobre 2019 tutto lo Staples Center di Los Angeles, il palazzetto dove i Lakers giocano le loro partite casalinghe, all’unisono urlò il motivetto ormai celebre. 

Vista la portata della faccenda Lebron e i suoi avvocati tentarono di registrare il marchio per utilizzarlo a fini commerciali, ma la richiesta venne respinta.


Questa è la storia del Taco Tuesday fino ad ora, ma cosa c’entra Kampaay in tutto questo?

Taco Tuesday Premium Pack

Da oggi sul nostro sito puoi trovare dei pacchetti experience a tema messicano, in una versione Basic e una versione Premium, creati in collaborazione con la Taqueria Santo Taco di Milano, in cui sono compresi Nachos, Tostaditas e Tacos, con l’aggiunta di birre Corona e di una bottiglia di Tequila Espolon Reposado (nel pacchetto Premium) o di Josè Cuervo Silver (nel pacchetto Basic), ovviamente comprese di sale e lime, come tradizione vuole. Inoltre non può mancare un gadget in stile Mexico, stiamo parlando del tipico Sombrero (1 a testa), in modo da portare te e i tuoi amici nel clima del Taco Tuesday!


Che aspetti, visita il nostro sito e acquista i pacchetti Taco Tuesday!


P.S. Ricordati di taggare @kampaay_events nelle stories di Instagram durante la tua festa a tema Mexico!